Rigenerazione ossea Una base sicura per gli impianti dentali

Erfahren Sie mehr

Chi erige una casa ha bisogno di fondamenta sicure. Lo stesso principio vale per gli impianti dentali. Le radici sintetiche trovano buona presa solo qualora gli impianti siano avvolti da una massa ossea dello spessore di almeno due millimetri. Se la massa non risulta essere sufficiente per un impianto, il chirurgo orale deve ricostruire il tessuto riassorbito tramite una rigenerazione ossea guidata.

Come si effettua la rigenerazione ossea nella mascella superiore (rialzo del seno mascellare)?

Nel nostro studio odontoiatrico di Egerkingen la rigenerazione ossea avviene di norma in anestesia locale. Su richiesta l’intervento chirurgico può naturalmente essere svolto in anestesia totale. Il materiale osseo mancante nella mascella superiore viene integrato dallo specialista in chirurgia orale sollevando di alcuni millimetri la mucosa del seno mascellare per introdurvi del materiale osseo sostitutivo. A seconda della diagnosi iniziale si decide per un rialzo del seno mascellare interno o esterno.

Rialzo del seno mascellare interno

Se all’osso della mascella mancano solo pochi millimetri per fornire all’impianto una presa sicura, si procede a un rialzo del seno mascellare interno. Prima dell’operazione si effettua un rilevo di misurazione millimetrica dell’osso mascellare per determinarne lo spessore e la posizione. In base a questo viene praticato un piccolo foro di alloggio per l’impianto. Grazie a una lunga pratica pregressa, il chirurgo esperto sa immediatamente determinare quanta materia può essere asportata per non lesionare le strutture limitrofe ed evitare lacerazioni nella sensibile membrana mucosa del seno mascellare. Si rifinisce in seguito con l’ausilio di uno speciale strumento medico atto a resecare il materiale osseo, un cosiddetto osteotomo. Risollevando la membrana si viene a creare una cavità che il chirurgo riempirà con del materiale osseo sostitutivo. A questo punto l’alloggio per l’impianto è pronto a ricevere la radice dentale artificiale. L’impianto, simile a una vite, viene adattato dall’odontoiatra con un filettatore e poi collocato esattamente nell’alloggio previsto. Infine, la ferita viene richiusa con dei punti di sutura. Dopo circa otto mesi si andrà a riaprire la parte trattata per dotarla di idonee corone dentali.

Rialzo del seno mascellare esterno

Qualora l’osso mascellare debba acquisire oltre tre millimetri di spessore, il Dr. Sleiter opterà per un rialzo del seno mascellare esterno. Il procedimento per un rialzo del seno esterno ravvisa grandi analogie con il processo sopra descritto. Il principale criterio differenziale è la via d’accesso tramite la mucosa e l’osso della mascella superiore. Il chirurgo orale aprirà il seno mascellare mediante un’apertura dall’esterno, solleverà con cautela la membrana del seno e andrà a riempire la cavità con del materiale osseo.

Come si effettua la rigenerazione ossea nella mascella inferiore?

knochenaufbau-egerkingen-content

Per la rigenerazione dell’osso della mascella inferiore occorre procedere a un trapianto osseo. A seconda delle indicazioni il chirurgo orale preleva un blocco osseo dalla regione del mento o del bacino e lo porta nella regione interessata (atrofizzata) della mascella inferiore. Il trapianto osseo viene quindi fissato dal chirurgo Dr. Sleiter con speciali viti metalliche e infine suturato in modo da impedire infiltrazioni di batteri. Il tempo di guarigione dopo la rigenerazione ossea è di otto mesi circa.