Estrazione dentale Quando è necessario estrarre un dente

Erfahren Sie mehr

Nonostante ogni sforzo nel tentativo di salvare la dentatura del paziente, non sempre si riesce nell’intento. Se insorgono batteri potenzialmente latori di carie o parodontite, il dente affetto può essere rapidamente eroso. In tal caso il responso è spesso uno solo: quel dente va tolto! Oltre ai casi di carie più gravi o a una parodontite avanzata, spesso definita come parodontosi, la perdita del dente può essere dovuta anche a fratture della radice o a danni riportati in seguito a incidente nonché a infezioni del nervo dentale e del materiale osseo circostante. Qualora si renda dunque necessario procedere a un’estrazione, nel nostro Centro odontoiatrico di Egerkingen sarete in ottime mani.

Come si svolge un’estrazione dentale?

zahnentfernung-egerkingen-content

Prima dell’estrazione dentale eseguiremo una particolare radiografia. In questo modo il chirurgo orale sarà in grado di valutare la distanza da importanti strutture anatomiche limitrofe, la forma della radice dentale e lo stato dell’osso mascellare. L’intervento verrà eseguito quasi sempre in anestesia locale.

A seconda della situazione e della gravità del caso si renderà necessario l’apporto di diversi metodi e strumenti a disposizione. In presenza di corone o denti spezzatisi in profondità si farà ricorso a consolidate metodiche operatorie della chirurgia odontostomatologica.

A cosa è necessario porre attenzione dopo l’estrazione di un dente?

Dopo l’intervento è necessario evitare per alcune ore l’assunzione di cibi e bevande. Vietati anche caffè e thè nero nel corso delle prime 24 ore. In particolare, il giorno dopo l’operazione è indicato concedersi molta tranquillità ed evitare ogni tipo di sforzo fisico. Per ovviare ai rigonfiamenti è possibile ricorrere ai cuscinetti refrigeranti abitualmente in commercio presso supermercati o farmacie. Il trattamento della ferita può infine essere sostenuto da una scrupolosa igiene orale.

Non diamo spazio ai denti in eccesso

Alcune persone ravvisano un numero particolarmente alto di denti. Nel gergo medico tale manifestazione viene definita iperdonzia. Spesso si tratta di denti supplementari nell’area della mascella superiore a ridosso degli incisivi. Sebbene tali denti superflui siano perfettamente intatti, anche essi debbono cadere preda delle pinze estrattive. L’estrazione dentale può essere infatti necessaria anche nel caso di un trattamento protesico.