Affezioni della mucosa orale La prevenzione prima di tutto

Erfahren Sie mehr

Che la nostra pelle sia la miglior guardia del corpo che potessimo avere è cosa evidente ai più. Ecco perché al nostro involucro protettivo diamo costantemente la necessaria attenzione. Già a minime alterazioni dell’epidermide per molti diventa infatti imperativo il consulto del medico. La nostra mucosa orale invece – certo a causa dell’ubicazione nascosta – non gode delle medesime cure. A torto: la pellicola protettiva del cavo orale, simile al tessuto connettivo, è un vero tuttofare. Ben tre distinti tipi di mucose ci rendono possibile il gusto, il tatto, la percezione del dolore e della diversità di temperatura.

Come è strutturata la mucosa orale?

La gengiva e il palato sono avvolti da una spessa membrana protettiva. La sua struttura ruvida la protegge da lesioni durante il masticamento. La composizione del tessuto della parete inferiore della lingua, del pavimento del cavo orale nonché delle guance e delle labbra è invece elastica e più delicata. Una mucosa orale deve avere colore roseo ed essere ben umettata grazie alla pellicola salivale protettiva.

In alcuni casi può ravvisare delle espressioni anatomiche individuali, come ghiandole sebacee indipendenti (eterotrope) o imperfezioni cornee di colore bianco, i cosiddetti nei della mucosa. Entrambi i fenomeni sono assolutamente innocui e non necessitano di alcun trattamento.

Quando la mucosa orale presenta i primi sintomi di una grave patologia

Oltre alle alterazioni innate e acquisite, la mucosa orale può andare incontro a mutamenti benigni e maligni. Il suo stato può peraltro fornire indicazioni circa la generale condizione di salute del paziente e quindi anche su eventuali sue affezioni in genere. Ove si riscontrassero nel proprio cavo orale macchie, noduli o vescicole se ne dovrà fare immediato riferimento al proprio odontoiatra.

Qual è la terapia indicata in caso di affezioni della mucosa orale?

Per debellare le infiammazioni della mucosa orale possono essere ad esempio impiegati farmaci con diversi principi attivi. Di norma vengono adottati localmente, nei casi più gravi può rendersi necessario anche un trattamento sistemico in forma di compresse. Nella nostra clinica specialistica per la chirurgia orale analizziamo sempre l’intero cavo orale per escludere ogni ulteriore focolaio di infezione.

In caso di rigonfiamenti di qualsiasi tipo è da prestare la massima attenzione. Poiché anche masse apparentemente innocue possono rivelarsi mutazioni di natura maligna. Qualora diagnosticate allo stadio iniziale, possono tuttavia essere trattate con successo. Un prelievo di tessuto (biopsia) ci aiuterà a stabilire affidabilmente di quale affezione della mucosa orale si tratta e se è necessario un trattamento immediato.